Il sito è trasferito su

www.dimodo.net

Grafica rinnovata, nuovi contenuti e disponibilità di articoli in inglese!

giovedì 26 settembre 2013

La gestione delle note

La tenuta delle note, di varia natura, è una delle mie prime esigenze, nell'utilizzo dei dispositivi digitali. Fino a qualche tempo fa mi sentivo una rarità, riguardo alla mia attenzione nello scegliere e impostare gli strumenti che consentissero una gestione ottimale in questo senso. Oggi non è più così e ne sono ben lieto; la "nuvola", gli smartphone e i tablet hanno dato grande impulso a questi software.

Personalmente ho da gestire:
  • Promemoria.
  • Note minute.
  • Note itineranti (annotazioni da avere con me mentre sono fuori casa, come la classica lista della spesa).
  • Note e informazioni strutturate (documenti di vario genere).
  • Attività di progetto (cose da fare collegate a specifici progetti).
Devo subito dire che, se in passato era necessario fare qualche acrobazia, oggi gli strumenti gratuiti o economici per gestire tutte queste informazioni ci sono. E, su tutti, è impossibile non dare almeno una possibilità a Evernote, il quale credo sia il programma che più di tutti ci consente di sfruttare le opportunità del nuovo panorama informatico in merito all'archiviazione delle informazioni.

Per la gestione di promemoria, note minute e itineranti io utilizzo essenzialmente Evernote, con una specifica impostazione in stile GTD. L'unica eccezione è la gestione di appuntamenti ed eventi strettamente legati al calendario, che mantengo in Outlook perché Evernote non è specializzato in questo senso.
Fino a non molto tempo fa, tuttavia, per i promemoria utilizzavo ToodleDo, un prodotto con un'ottima interfaccia on-line e supporto di alcuni dispositivi mobili. ToodleDo è specializzato nella gestione dei promemoria in ottica GTD (Getting Things Done) e questo ne assicura un'ottima impostazione, indipendentemente dal fatto che siate o meno dei fan della GTD. Nel tempo, i vantaggi di Evernote e una certa staticità/rigidità di ToodleDo mi hanno convertito all'uso di un singolo strumento, tuttavia ToodleDo rimane ottimo per quanti esigono una gestione rigorosa dei promemoria.

Per le note e le informazioni strutturate, invece, sono convinto che il file system, ben organizzato, sia ancora la soluzione migliore, se non altro perché consente un'archiviazione veloce, stabile e affidabile nel tempo, lontani dalle mode.
L'avvento del cloud ha reso disponibile molte soluzioni di ubiquità dei dati (Google Drive, SkyDrive, Dropbox e così via), ormai quasi indispensabili, ma la velocità, la praticità e la longevità del file system sono ancora insuperate.

Infine, la gestione delle attività legate ai progetti le gestisco ancora con file Excel ben strutturati, perché hanno bisogno di essere caratterizzate in modo troppo specifico e richiedono di essere condivise con chi non utilizza Evernote. Tuttavia, man mano che potrò, Evernote diventerà anche in questo caso lo strumento d'elezione.

Se vuoi approfondire, ti consiglio questi altri post:
Impostare un elenco delle cose da fare
Adottare un elenco informatizzato delle cose da fare
La gestione dei promemoria in Evernote

Nessun commento:

Posta un commento