Il sito è trasferito su

www.dimodo.net

Grafica rinnovata, nuovi contenuti e disponibilità di articoli in inglese!

domenica 24 febbraio 2013

Utilizzare i tag per classificare le foto con Picasa

Con Picasa è possibile creare album, per organizzare le foto. L'associazione di tag (etichette) alle foto, però, è un ulteriore potente strumento di organizzazione perché facilita raggruppamenti, pubblicazione, classificazione, ricerca e così via.

L'assegnamento di tag alle foto per uso amatoriale è una questione molto soggettiva. Dovendo limitare i tag al minimo per non perdere ore in fase di archiviazione, si utilizzano normalmente etichette relative ai contenuti che più ci interessa classificare. Se siamo un fotoamatore naturalistico, ad esempio, spesso sceglieremo tag come fiore, animale, paesaggio, ecc. Se pubblichiamo le foto o ne facciamo un uso professionale dovremo, invece, adottare un sistema di etichettatura un po' più completo e preciso, che consenta di descrivere meglio il contenuto della foto ai fini della ricerca da parte dei naviganti.

Picasa non ha una gestione sofisticata dei tag, tuttavia l'assegnamento di uno o più tag ad una foto (dal riquadro tag) risulta molto pratico. E' possibile applicare tag a più foto contemporaneamente e la gestione dei tag si integra perfettamente con Windows. I tag possono essere ricercati semplicemente dalla casella di ricerca di Picasa, ma anche da Windows (premettendo tag:= al nome del tag che vogliamo ricercare e combinando la ricerca di più tag, ad esempio, con gli operatori AND e OR). Nel post ricerche avanzate in Windows trovate un approfondimento sula sintassi di ricerca.

Una delle preoccupazioni principali, nella gestione dei tag, è che i tag siano scritti nella foto in modo che il nostro lavoro di classificazione viaggi con la foto, non con un database scritto da qualche parte nel PC. Se utilizziamo il formato jpeg, con Picasa possiamo stare tranquilli. I tag nelle foto jpeg possono essere scritti all'interno del file in tre sezioni diverse: EXIF, IPCT o XMP. A partire dalla versione 3.8 Picasa scrive i tag contemporaneamente sia nel formato IPCT (in IPCT.Keywords) che in nel più moderno formato XMP (in XMP-dc.Subject). Windows legge entrambi i contenuti e, se scriviamo i tag da Windows (Vista o superiore), li ritroveremo in Picasa.

Le versioni di Picasa precedenti la 3.8 gestiscono solo i tag nel formato IPCT. Windows è in grado di leggerli e scriverli (se trova tag EXIF o IPCT, scriverà i tag sia nel formato XMP che nei formati precedenti), tuttavia Picasa non sarà in grado di leggere i tag se vengono scritti prima in Windows, perchè si troveranno solo nel formato XMP. I tag inseriti in Picasa, insomma, sono al sicuro anche in Windows.

Per il formato RAW o altri formati che non supportano i tag, tuttavia, i tag vengono scritti nel database di Picasa (c:\Utenti\utente\AppData\Local\Google\Picasa2). Se spostate le foto su un altro PC dovrete spostare sul nuovo PC anche il database di Picasa. Tuttavia, dal momento che le immagini RAW vengono normalmente convertite in jpeg per il loro utilizzo, può essere sufficiente taggare le relative immagini jpg.

Nessun commento:

Posta un commento