Il sito è trasferito su

www.dimodo.net

Grafica rinnovata, nuovi contenuti e disponibilità di articoli in inglese!

sabato 14 aprile 2012

Sincronizzare la classifica dei brani di Windows e iTunes utilizzando MP3 Rating Friend

Se volete sincronizzare la classifica dei brani di Windows e di iTunes una possibilità è utilizzare il programma MP3 Rating Friend (purtroppo in inglese, col sito in tedesco...). Tuttavia è opportuno conoscerne bene il comportamento, altrimenti rischiamo di non ottenere l'esito desiderato o di danneggiare i metadati della libreria.

Prima di procedere alla sincronizzazione dovete, dal programma, richiamare File>Import iTunes DB. Vi sarà presentata la lista dei brani con le classifiche di iTunes e di Windows.
Selezionando uno o più brani avrete due possibilità di sincronizzazione:

  1. Da iTunes a Windows (freccia verde verso destra). La classificazione verrà riportata nel file in Windows, ma utilizzando i tag specifici di iTunes. Windows 7 li riconosce e vedrete la classificazione in esplora risorse ma non si tratta di tag standard e, oltretutto, si tratta di più di un tag.
  2. Da Windows a iTunes (freccia verde verso sinistra). La classificazione sarà riportata nella libreria dei metadati di iTunes (C:\Users\Utente\Music\iTunes\iTunes Music Library.xml) . Questa è la soluzione che utilizzo io, impostando la classifica solo in Windows e sincronizzandola periodicamente verso iTunes.

Il programma consente anche di impostare direttamente la classifica (lato iTunes e/o lato Windows, col tasto destro sui rispettivi campi) del singolo brano. Sul lato Windows, viene impostato, nel file, il tag standard POPULARIMETER, riconosciuto da Windows.

Sincronizzare la classifica dei brani di Windows e iTunes

Se ti gira la testa, ci sono buone probabilità che tu abbia cercato il modo di sincronizzare la classificazione dei brani di Windows con quella di iTunes, o viceversa. Ti piacerebbe che la classificazione del brano risiedesse nel file, assieme agli altri attributi, ma iTunes sembra non pensarla allo stesso modo. Così, se classifichi il brano in Windows (o Windows Media Player), non troverai questa classifica in iTunes, e viceversa.

Il problema è che, per farci un piacere (mettiamola così...), iTunes non memorizza la classificazione dei brani nei tag ID3, come fa Windows, bensì nella propria libreria di metadati (C:\Users\Utente\Music\iTunes\iTunes Music Library.xml). Questo consente a più utenti di non litigare e classificare gli stessi brani diversamente, però impedisce al singolo utente di memorizzare la classificazione nel file audio.
Windows (o Windows Media Player, con l'opzione di classificazione globale), invece, memorizza la classificazione nei tag ID3 del brano, in particolare nel tag RATING WMP. Fortunatamente è in grado di leggere la classificazione da vari altri tag (POPULARIMETER, ad esempio). Se volete curiosare nei tag ID3 potete utilizzare, per esempio, Mp3Tag.

In Internet sembrano sprecarsi le soluzioni e i programmi, per risolvere questo problema, eppure non ho trovato nulla di affidabile e definitivo. Vi consiglio di verificare BENE il funzionamento dei programmi che sembrano risolvere il problema, prima di perdere o sovrascrivere i metadati della vostra libreria.

Al momento, quindi, vedo solo due possibili soluzioni:

  1. Memorizzare la valutazione del brano nei commenti, ad esempio inserendo rating=4. Questo dato sarà visibile sia a Windows che ad iTunes e possiamo utilizzarlo anche nelle playlist smart, con una o più regole sul contenuto del commento (es. contenente rating=4 o rating=5). Non è una soluzione elegante o comoda ma è affidabile.
  2. Utilizzare il programma MP3 Rating Friend (in inglese, col sito in tedesco...) con qualche accortezza. Il programma, infatti, nel passare la classifica da iTunes a Windows, utilizza i tag specifici di iTunes (e più di uno). Vedrete la valutazione in Windows ma non si tratta di tag standard. Se impostate la classifica nel programma stesso, invece, sarà utilizzato il tag standard POPULARIMETER. Se chiediamo, infine, di passare la classifica da Windows ad iTunes, i file mantengono la classificazione Windows e, se questa è la vostra esigenza, questa è la soluzione che fa per voi. Per inciso, è quella che utilizzo io, cioè imposto la classifica solo in Windows e periodicamente sincronizzo quella di iTunes.

domenica 1 aprile 2012

Trasferire file dal PC all'iPad con FileApp

FileApp è uno dei programmi per iPad/iPhone che consentono la portabilità dei file su questi dispositivi. Al momento è il mio preferito per semplicità, velocità, affidabilità, possibilità di lavorare senza connessione Internet e ottime prestazioni come visualizzatore dei documenti (anche a schermo intero). Ne esiste una versione gratuita - sufficiente in molti casi - e una versione pro (€ 3,99 in questo momento) - con maggiori funzionalità di organizzazione dei file dal dispositivo stesso.
A seguito del precedente post - relativo al trasferimento dei file da PC a iPad in generale - vediamo come si trasferiscono effettivamente i file su FileApp.


Trasferimento USB
Per il trasferimento via USB è opportuna l'abbinata con il programma DiskAid (in versione gratuita, o a pagamento per alcune funzionalità estese non necessarie per la copia di soli documenti), dello stesso produttore.
  1. Installare e avviare DiskAid, su PC.
  2. Connettere l'iPad via USB.
  3. In DiskAid, selezionare FileApp nella cartella Apps.
  4. Trasferire nella cartella di FileApp, col drag&drop da esplora risorse, i file e le cartelle desiderati.
DiskAid


Trasferimento wireless
Usando il trasferimento via wireless non è necessario alcun programma, oltre FileApp, ma è necessaria una connessione wireless che non abbia impedimenti da parte di antivirus/firewall/router.
Le seguenti istruzioni si riferiscono alla versione 3 di FileApp. Se avete ancora la versione 2 fate riferimento al precedente post.
  1. Aprire FileApp su iPad.
  2. Nella schermata principale, selezionare Wi-Fi sharing. Se la condivisione non è già attiva, attivarla con l'interruttore visualizzato. Verrà, quindi, mostrato l'indirizzo FTP della condivisione.
  3. FileApp Home FileApp Wi-Fi sharing
  4. In esplora risorse, su PC, inserire l'indirizzo FTP (composto da indirizzo IP e porta, ad esempio ftp://192.168.1.100:2121).
  5. Trasferire nella cartella di FileApp, col drag&drop da un'altra finestra di esplora risorse, i file e le cartelle desiderati.
    Esplora risorse

La connessione wireless di FileApp viene sospesa alla chiusura di FileApp.

Se preferite, sul sito del programma sono disponibili le istruzioni per connettere FileApp come unità di rete (in inglese). La connessione come unità di rete sembra più pratica tuttavia la consiglio solo ha chi ha buone conoscenze di reti in quanto può risultare problematica in varie configurazioni.